Agevolazioni fiscali per l’acquisto di un computer



La condizione richiesta per poter usufruire dell’IVA al 4% e della detrazione IRPEF al 19% in rdine all’acquisto di supporti informatici è solo quella di essere riconosciuti ciechi civili.
Ciò si evince chiaramente dal D.M. 14 marzo 1998, il quale all’art. 1 statuisce che “Alle cessioni ed importazioni dei sussidi tecnici ed informatici rivolti a facilitare l’autosufficienza e l’integrazione dei soggetti portatori di handicap di cui all’art. 3 della legge 5 febbraio 1992 n. 104, l’imposta sul valore aggiunto si applica nella misura del 4%”; l’art. 2, 2° comma, dello stesso provvedimento però precisa che “I soggetti portatori di handicap… producono il certificato attestante l’invalidità funzionale permanente rilasciato dalla unità sanitaria locale competente…”, con ciò sancendo la sufficienza del riconoscimento della cecità civile.
Analogo discorso si può riproporre in riferimento all’art. 13-bis del D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 – e successive modifiche ed integrazioni – che, nel disporre la detrazione dall’imposta lorda di un importo pari al 19% delle spese per sussidi tecnici ed informatici rivolti a facilitare l’autosufficienza e le possibilità di integrazione di persone portatrici di handicap, si riferisce ai “…soggetti di cui all’articolo 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104…”.
Tale ultimo rimando normativo è suscettibile di una duplice interpretazione: l’una che si riferisce alla semplice condizione di portatore di handicap, in maniera atecnica, dimostrabile mediante diverse attestazioni di status ivi compresa la certificazione di invalidità. L’altra basata su un rinvio tecnico che non richiederebbe il solo elemento oggettivo della disabilità ma anche il riconoscimento previsto dalle speciali Commissioni di cui all’art. 4 della Legge 104.
In assenza di pronunciamenti giurisprudenziali di legittimità in materia, ritengo possa essere perseguita la prima interpretazione, favorevole al portatore di handicap, per i seguenti motivi:
1) identità di materia e di ratio giustificatrice: IVA o IRPEF si verte in tema di agevolazioni fiscali per l’utilizzo di “…sussidi tecnici ed informatici rivolti a facilitare l’autosufficienza e l’integrazione dei soggetti portatori di handicap di cui all’art.3 della Legge 5/2/92 n° 104…”;
2) norma successiva e d’attuazione: il requisito della condizione di portatore di handicap di cui all’art.3 della legge 5/2/92 richiesto in entrambi i casi, con norma successiva ed a carattere attuativo (emanata in sede ministeriale), è previsto venga attestato mediante la certificazione d’invalidità rilasciata dalla ASL competente.

Potrai condividere questi contenuti su:

La informiamo che su uiciagrigento.org utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Cliccando su "accetta e chiudi" acconsente al loro utilizzo. per maggiori informazioni si colleghi alla nostra pagina sulla policy privacy e cookies che troverà nel menù di navigazione.

La informiamo che utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. cliccando su accetta e chiudi consente il loro utilizzo.

Chiudi il messaggio