Giocare con il Braille, per comprenderne l’importanza



tratto da Superando del 23/02/2021

Avvicinare e sensibilizzare gli studenti, attraverso il gioco, alla conoscenza del sistema di lettura e scrittura Braille: sarà questo l’obiettivo dell’evento online denominato Braille: paroliamone, promosso per la mattinata di venerdì 26 febbraio (ore 10) dall’UICI di Roma (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), in collaborazione con l’IRIFOR (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione dell’UICI) e con il patrocinio degli Assessorati alle Politiche Scolastiche e Sociali del Quinto Municipio della Capitale, che coinvolgerà sei scuole primarie di quest’ultimo. Il tutto in occasione della 14^ Giornata Nazionale del Braille, celebrata il 21 febbraio scorso, come abbiamo già ampiamente riferito in altra parte del giornale, e istituita dalla Legge 126 del 2007 come «momento di sensibilizzazione dell’opinione pubblica nei confronti delle persone non vedenti», in ricordo del geniale sistema inventato nell’Ottocento da Louis Braille
Nell’ambito dunque della Giornata del Braille, le Amministrazioni Pubbliche e gli altri organismi operanti nel settore sociale possono promuovere idonee iniziative di sensibilizzazione e solidarietà, nonché convegni, incontri e dibattiti presso le scuole, per richiamare l’attenzione e l’informazione sull’importanza che il Braille riveste nella vita delle persone con disabilità visiva, al fine di sviluppare politiche pubbliche che favoriscano una reale inclusione sociale, di accesso alla cultura e all’informazione per tutti coloro che soffrono di minorazioni visive. È il caso appunto dell’iniziativa promossa dall’UICI di Roma, di cui saranno protagonisti, come detto, gli alunni e le alunne delle scuole primarie e in particolare quelli delle quinte classi. «In sostanza – spiegano dall’Associazione organizzatrice – si tratterà di un’attività ludico-didattica con l’alfabeto Braille messa a punto dai docenti dell’IRIFOR. Si giocherà con le parole (Paroliamo), con i numeri (Numeriamo) e con le Regioni d’Italia. Grazie dunque alla competenza e alla disponibilità dello staff dell’Assessore alle Politiche Scolastiche del Quinto Municipio di Roma, Maria Elena Mammarella, parteciperanno all’iniziativa gli Istituti Comprensivi Olcese, Piazza De Cupis, G.B. Valente, Artemisia Gentileschi, Aretusa e Luca Ghini».
All’evento sono stati invitati la sindaca di Roma Virginia Raggi, l’assessora alle Politiche Sociali Veronica Mammì e Maria Teresa Zotta, presidente della Commissione Scuola del Comune di Roma. Moderati da Giuliano Frittelli, presidente dell’UICI di Roma, vi interverranno Mario Podeschi, assessore alle Politiche Sociali del Quinto Municipio di Roma, la già citata Maria Elena Mammarella, Umberto Placci, presidente della Commissione Affari Sociali del Quinto Municipio e Mario Barbuto, presidente nazionale dell’UICI. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: Ufficio Stampa UICI di Roma (Giovanni Fornaciari), ufficiostampa@uicroma.it.

Potrai condividere questi contenuti su:

La informiamo che su uiciagrigento.org utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Cliccando su "accetta e chiudi" acconsente al loro utilizzo. per maggiori informazioni si colleghi alla nostra pagina sulla policy privacy e cookies che troverà nel menù di navigazione.

La informiamo che utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. cliccando su accetta e chiudi consente il loro utilizzo.

Chiudi il messaggio