Come viene il visto il mondo da chi è affetto da patologie oculari? L’iniziativa di Lenstore


Tratto da Artribune

L’azienda specializzata in vendita di lenti a contatto ha lanciato sul proprio sito web una piattaforma che consente di osservare alcuni dei panorami più iconici al mondo attraverso gli occhi di chi è affetto da patologie oculari. Un progetto votato alla sensibilizzazione sul tema e alla prevenzione.

In che modo le persone affette da patologie oculari riescono a percepire, attraverso la vista, ciò che li circonda? E soprattutto, i loro occhi che tipo di immagini restituiscono del mondo? Queste sono le domande su cui poggia un progetto lanciato recentemente da Lenstore, azienda specializzata nella vendita di lenti a contatto: una piattaforma web che consente di osservare alcuni dei panorami più iconici al mondo attraverso gli occhi di chi è affetto da patologie oculari. Vista a 360 gradi, è questo il nome dell’iniziativa, offre ai normovedenti la possibilità di osservare il mondo attraverso sguardi differenti, con lo scopo di sensibilizzare la collettività sui temi della disabilità visiva e della prevenzione: “trovo che sensibilizzare le persone su temi come quello delle disabilità visive sia molto importante e significativo”, spiega Roshni Patel di Lenstore. “Attraverso questo strumento digitale possiamo finalmente conoscere da più vicino questi problemi, facendone esperienza sulla nostra pelle”. VISTA A 360 GRADI, L’INIZIATIVA DIGITALE DI LENSTORE Sul sito web di Lenstore, alla pagina dedicata a Vista a 360 gradi, è possibile scegliere tra sette paesaggi urbani – Parigi, Venezia, Londra, Hong Kong, Dubai, New York, Sydney – e selezionare la “modalità” di visione tra normale, daltonismo, degenerazione maculare, cataratta, mio-desopsie, glaucoma, visione a tunnel, cecità notturna. Quando viene selezionata una patologia, sullo schermo appare una finestra che spiega in cosa consiste il tipo di disturbo e quali sono i sintomi. “Tutte le patologie oculari analizzate variano in termini di sintomi, cause e cure ed è importante diventare più consapevoli di quelli che possono esserne i sintomi per prevenire qualunque danno”, continua Roshni Patel. “Infatti, molte delle patologie analizzate possono essere curate semplicemente riducendo la presenza di sintomi, se individuate in tempo da un medico od optometrista. Ci auguriamo che questo strumento possa non solo aiutare le persone a vedere il mondo da un altro paio di occhi, ma anche a prestare attenzione ai diversi sintomi, per riuscire a curarsi in tempo”.

di Desirée Maida

Potrai condividere questi contenuti su:

La informiamo che su uiciagrigento.org utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Cliccando su "accetta e chiudi" acconsente al loro utilizzo. per maggiori informazioni si colleghi alla nostra pagina sulla policy privacy e cookies che troverà nel menù di navigazione.

La informiamo che utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. cliccando su accetta e chiudi consente il loro utilizzo.

Chiudi il messaggio